L’Osteria di Angelo – Pieve a Nievole

L’Osteria di Angelo

 

Messi o Ronaldo? Se avessi bisogno di consigli per giocare a calcio, probabilmente suonerei

il campanello di casa loro.  Se mi occorresse un libro, dove cercarlo se non nell’assortimento

di una grande libreria? Idem per i chiodi in ferramenta e le sigarette dal tabaccaio. Stesso

ragionamento per la carne, se avessi voglia di mangiare una bella fiorentina o gustare dei

salumi e degli insaccati fatti come Dio comanda, dove trovarli se non in un ristorante gestito

direttamente da macellai che lavorano, trattano, e maneggiano ciccia da quasi 50 anni?

Macelleria Papini, Pieve a Nievole, Mangiare a manovella

La Macellaeria Papini a Pieve a Nievole (PT)

Era il 1971, quando è nata la Macelleria Papini, in quegli anni nelle cucine Italiane

trionfava la “panna”, i menù dei ristoranti iniziavano quasi tutti con il “Cocktail di

Gamberetti”, i primi erano sempre le “Penne alla polpa di Granchio“, “Farfalle mare

e monti”, “Tagliatelle paglia e fieno”, ecc. ecc. Forse Angelo e la sua famiglia, non

immaginavano neanche lontanamente che un giorno avrebbero servito ai suoi clienti,

piatti così diversi da quelli proposti in  quel periodo, soprattutto in un locale tutto suo.


Nel 2017, Samuele ha aperto, proprio dietro la macelleria, un piccolo ristorante

molto accogliente e ben curato, un locale dall’atmosfera familiare dove si può

degustare tutti i prodotti della sua Macelleria.

Samuele Papini, Osteria di Angelo, Mangiare a manovella

Samuele Papini nella sua Macelleria

L’Osteria di Angelo non è un ristorante con macelleria… bensì una macelleria

con ristorante, tant’è che fino ad una certa ora si può accedere al locale, passando

direttamente per la macelleria. Più comoda è l’entrata principale anche perché

dotata di un parcheggio piuttosto grande, da via Empolese prendete per Via delle

Cantarelle e girate nella prima traversa a sinistra… siete praticamente arrivati.

Macelleria Papini, Pieve a Nievole, Mangiare a manovella

Pochi scalini e ci troviamo di fronte all’entrata, lo spazio esterno, preziosissimo nella

bella stagione, appare elegante, minimale e riservato.

L'Osteria di Angelo, Pieve a Nievole, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani

L’entrata dell’Osteria

Anche l’interno si presenta con arredi semplici, moderni ma senza nessuna

ridondanza per tavoli e mise en place, insieme al bianco, il vinaccia delle pareti

richiama il colore del vino e dell’uva matura, avvolgente, elegante, corposo.

Spesso, complicare, è più facile che semplificare… invece.


L'Osteria di Angelo, Pieve a Nievole, Mangiare a manovella

Osteria di Angelo, Pieve a nievole, Mangiare a manovella

Osteria di Angelo, Pieve a nievole, Mangiare a manovella

Prestate grande attenzione alla lavagna del “fuori menù” che è appesa alla parete,

perché i piatti scritti con quel gessetto leggero sono importanti e stuzzicanti al pari

di quelli del Menù che trovate al tavolo.


Veniamo al sodo… cucina toscana come incipit generale, non assaggiare i salumi

e gli insaccati del “Papini”, potrebbe risultare “blasfemo”, quindi, neanche a dirlo:

osteria di angelo, pieve a nievole, mangiare a manovella

Osteria di Angelo, Pieve a Nievole, Mangiare a manovella

Tagliere dell’Osteria ( Culatello cotto al Tartufo, Sbriciolona, Soppressata, Prosciutto, Crostini con Salsiccia, Pancetta, Pecorino Toscano, Crostini di Carne, crostini con la salsiccia, Carciofi sott’olio e Melanzana piccante )

 

L'Osteria di Angelo, Pieve a Nievole, Mangiare a Manovella, Sandro Verdiani

Sapori notevoli per tutti i prodotti del tagliere, personalmente mi alzo in piedi

e regalo 15 minuti di applausi per il Culatello cotto al Tartufo. I complimenti per

le Melanzane piccanti non sono stati da meno e sono finiti soltanto quando è

arrivato il “BIS”. Tra le altre voci spicca una Tartare di Manzo, oppure una

Scamorza fatta al forno con il Prosciutto, delle Bruschette alla SalsicciaLardo

Cavolo nero e Prosciutto croccante – Fagioli, oppure Pecorino Radicchio e Pinoli.


Il Pacchero dell’Osteria al Ragù di vitello e Funghi Porcini, è un piatto ad

elevatissimo livello di soddisfazione culinaria, degno compare, un toscano

doc da sempre plurimedagliato: Maccheroni di pasta fresca con Ragù di

Cinta Senese. In carta anche dei Pici Cacio e Pepe, Tordelli Lucchesi al Ragù,

Tagliatelle ai Funghi porcini.

L'Osteria di Angelo, Pieve a Nievole, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani

Pacchero dell’Osteria (Ragù di vitello e Funghi Porcini)

Osteria di Angelo, Pieve a Nievole, mangiare a manovella

Maccheroni di Pasta fresca al Ragù di Cinta senese


Ci siamo affidati ad un rosso, un Sangiovese in purezza, IGT della Fattoria

Dianella dei Conti Passerin d’Entrèves: Il matto delle Giuncaie.

Sorprendente il rapporto qualità-prezzo per un vino destinato a veder crescere

la sua fama nel giro di poco tempo. Affinato in legno francese per un anno,

questo rosso dai profumi intensi e raffinati ha spostato la nostra attenzione

verso questa azienda che non conoscevamo. Si respira un aria poetica intorno

ai vini creati da Francesco e Veronica, ispirati dai sonetti di Renato Fucini

siamo impazienti di assaggiare anche “Le veglie di Neri“, “Sereno e Nuvole“,

All’Aria Aperta” e “Dolci Ricordi“.

osteria di angelo, fattoria dianella, mangiare a manovella

IL MATTO DELLE GIUNCAIE  2015 – IGT – Fattoria DIANELLA


Semplicità anche nelle proposte dei “secondi”, sostantivo imprescindibile, in

un luogo dove la qualità delle materie prime si fa  priorità assoluta.

Osteria di Angelo, Pieve a Nievole, Mangiare a manovella

Bistecca alla Fiorentina

Osteria di Angelo, Pieve a Nievole, Mangiare a manovella

Filetto alla Griglia

Osteria di Angelo, Pieve a Nievole, Mangiare a manovella

Bistecca di Maiale con Verza “rifatta”

Osteria di Angelo, Pieve a Nievole, Mangiare a manovella

Filetto di Manzo al “Chianti” con cipolla toscana caramellata

 

Osteria di Angelo, Pieve a Nievole, Mangiare a manovella

Cinghiale in umido con Olive

 

Osteria di Angelo, Pieve a Nievole, Mangiare a manovella

Carciofi fritti e Fagioli cannellini

 

Osteria di Angelo, Pieve a Nievole, Mangiare a manovella

Patate al forno e Funghi porcini fritti


Per finire…

Osteria di Angelo, Pieve a Nievole, Mangiare a manovella


Vogliamo sapere qualcosa di più da Samuele, e lui, nonostante l’ora e la giornata

di lavoro alle spalle, si presta ad un piccolo interrogatorio amichevole (Grazie).

Vi racconto una cosa che mi è rimasta impressa e che, secondo me, fa trasparire

la passione che questa famiglia mette in questo lavoro.

Gli rammento la bontà delle sue Salsicce e lui sorride…”sai, mio padre (Angelo)

è geloso degli ingredienti, mi dice sempre”, ricordati che le salsicce e le altre

cose che facciamo noi, se fanno tornare i clienti soddisfatti, vuol dire che va

bene così, ingredienti, dosi e lavorazioni, quindi non cambiare mai niente,

per nessun motivo, porta tutto sempre dentro di te.” 


A volte ci chiedono come si fa a riconoscere una carne buona, da una meno

buona, la risposta, sembrerà scontata, ma è avere una macelleria di fiducia.

Il vostro macellaio vi dirà da dove proviene, dove viene macellata, la frollatura,

insomma… solo una filiera certificata e sicura garantirà la qualità della vostra “ciccia”.


Osteria di Angelo, Pieve a Nievole, Mangiare a manovella

Ricordate che… la Carne, è meglio mangiarla buona una volta a settimana,

che tutti i giorni cattiva!


L’Osteria di Angelo

Via Empolese, 52

Pieve a Nievole (PT)


Per chiamare clicca sul numero sotto 👇

057281452


CHIUSO

Mercoledi e Domenica


 

🚗 per arrivarci  CLICCA QUI

 


 

 

cos’è assolutamente

Cose da mangiare e da bere, ma anche luoghi

o situazioni che per noi rappresentano un

riferimento. Siamo liberi da “sponsor” quindi

scegliamo ciò che piace a noi, felici nel farlo… 

ma senza nessuna pretesa di infallibilità.


STEAK HOME – Serravalle Pistoiese

L’arrivo allo Steak Home, in una serata calda e umida di

Gennaio, è quantomeno scenografico. Sarà la fame, ma vedendo Continua a leggere..

La Botteghina del Maialetto – Monsummano Terme

Ci sono due tipi di definizione per il panino.

Wikipedia dice:  Un panino imbottito è una forma di pane di piccola pezzatura

tagliata in orizzontale e riempita con vari companatici, solitamente salumi, formaggi, insalata, etc.

Continua a leggere..

MERCATO CENTRALE – Firenze

Mercato Centrale

Nel 2014, viene riconsegnata ai Fiorentini la struttura in ferro e vetro ideata

dall’ Architetto Mengoni nel 1874, il mercato coperto in San Lorenzo. Lo stesso

architetto che ha pensato e disegnato la Galleria Vittorio Emanuele a Milano.

Continua a leggere..

Osteria IL MAIALETTO – Monsummano Terme

IMG_7458

 

Maiali ritratti nelle foto appese alle pareti, maiali sulle tende, in bagno, maiali disegnati ovunque, maiali e maiali... ma

cerchiamo di spiegare meglio

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Per parlare di questa osteria bisogna necessariamente fare un passo indietro. Nella Monsummano del 1930 un

MAIALAIO” di nome AUGUSTO, decise di smettere di girare con il suo camioncino carico di maiali, per aprire

una macelleria insieme al figlio. Sempre sulla cresta dell’onda, arrivano gli anni 70, quando nell’attività di famiglia entra

anche GIACOMO, detto “ Il maialetto” e ALBERTO, Il resto è storia dei giorni nostri. Giacomo con grande

passione diventa il nostromo della macelleria.

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Salsicce, arista , mallegato e molti altri prodotti ,evidentemente preparati in modo eccellente, conferiscono

pregio e notorietà alla sua azienda. Da alcuni anni accanto alla macelleria di V. della Repubblica, è aperta, sempre

dalla famiglia Ferretti, un OSTERIA .

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

La salumeria, i formaggi e le carni consumate e cucinate nell’Osteria provengono, manco a dirlo, tutte

dalla macelleria di proprietà. Parliamo ora dell’Osteria che non ha i tratti somatici della tipica Osteria chiassosa, con

profumi forti di cucina e vetri appannati. Il locale è al passo coi tempi, arredato con gusto e ruvido quanto basta

per chiamarlo informale, caldo e familiare. C’è anche un “fuori” ma siamo in Ottobre...ritorneremo con il caldo.

 

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

 

Una volta dentro, si capisce che “questi” di carne,ne sanno . Ci assalgono file di prosciutti attaccati alle spalle del

bancone frigo che mostra varietà importanti di formaggi e salumi. Gli scaffali pregni di centinaia di

etichette rassicurano il più incallito bevitore di vino.

 

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

 

Dietro una Berkel rossa si può intravedere un grosso vaso in vetro dove riposa sotto olio d’oliva una splendida

arista. Macinini di pepe che fanno compagnia a file di salsicce. Pile di piatti e taglieri vissuti, olio “bono” e una

stupenda affettatrice fanno presagire che sei assolutamente “finito” in buone mani.

 

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

iMangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Gentilezza e accoglienza in sala. Ci sediamo e subito ci passa accanto un carrello-tagliere con sopra una 50 ina di

chili di costate con diversi tipi di frollaturaIl menù è tremendo in senso positivo, semplice, senza orpelli ma la

fantasia non manca pur premiando la tipica cucina Toscana. Filetti di maiale cucinati in mille modi, porchetta,

bistecche e contorni da sballo. Ordiniamo bistecca... ma va!

 

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

 

 Il  locale ha due sale, la prima più caratteristica e conviviale, la seconda più piccola con l’anima più moderna.

 

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Mangiare a manovella, il maialetto, Monsummano, Osteria,

Dolci... non ce l’abbiamo proprio fatta, ma abbiamo "mangiato con gli occhi" quelli dei nostri vicini di tavolo.

Quindi... caffè, conto e 8 chiacchiere con il sempre disponibile Luca. Siamo felici se vi abbiamo incuriosito, per i più

difficili ci limitiamo a dire che al Maialetto  siamo stati bene, molto bene... come sempre.

 


Osteria IL MAIALETTO

 V.della Repubblica, 372 - Monsummano Terme (PT)


Per chiamare clicca sul numero

0572953849