La Parte degli Angeli – LUCCA

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

Via degli Angeli a Lucca

La Parte degli Angeli

Conoscete la leggenda del Pifferaio magico? Incantava tutti con il suono del suo flauto

magico e riusciva a farsi seguire dove voleva lui. Sicuramente la musica di questo

sconosciuto ha stregato anche noi, nel nostro caso però, il  pifferaio magico ha un nome:

si chiama Leonardo Calò.


Provate a digitare il suo nome sulla ricerca di Google, i primi risultati un medico chirurgo

specializzato in cardiologia, non è una combinazione, tutti e due infatti hanno a che fare

con il  cuore. Uno lo ha studiato e lo cura con la medicina in maniera egregia, l’altro lo

utilizza da anni come ingrediente  principale in ogni nuova avventura in cui si immerge.

Siamo andati per l’ennesima volta ad incontrarlo, per capire se il suo charme e il suo

carisma, avessero su di noi ancora quel grande ascendente di sempre,  oppure no. Ancora

una volta Lucca. Camminiamo tra i dedali del centro storico con l’indirizzo in mente,

troviamo il posto, (non è difficile, pochi minuti dalle vecchie mura) l’ingresso, come tutti

i locali di Leo, non è “urlante”, ma riservato… poetico.

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

Appena entriamo veniamo catturati da un suono seducente, ammaliante… come di sirene,

si chiama Jazz, ecco dov’è che si nasconde l’anima.


Attraversiamo i tavoli, l’atmosfera è calda e talmente rilassata da farci sentire bisonti che

scorrazzano in una cristalleria.

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

Pochi metri, e dopo la sua stretta di mano,  finiamo nell’abbraccio del Comandante.

Come stai Leo? ”  In formissima !!   ( sorrido e penso:  siamo al sicuro! )

Sorpresa! El comandante està a quì!

Rapido, sirvale un vermuth, el Comandante està a quì ! “

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La sala della Parte degli Angeli ha un aria amichevole, elegante ma non troppo, un posto

 molto piacevole dove cenare. In fondo alla sala, dominante, proprio al centro, come fosse

  un palco per concerti di gusto, un tavolo in legno ospita prosciutti, formaggi,  verdure, vari

tipi di pane, dolci, insomma…   l’interpretazione contemporanea dell’antico ” Ben di Dio”.

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo CalòLa Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

 

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

La sala più piccola è come uno scrigno… ospita un tavolo solo, la puoi fruire a seconda del

tuo stato d’animo, scegliere  la riservatezza, per una serata all’insegna dell’intimità, oppure

 in amicizia, e sfoggiare il cameratismo più fanciullesco e goliardico.

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

…è questo, dunque, il bel compendio di un’esistenza di languor


Nella stagione più calda, la Parte degli Angeli è fornita di una corte interna per cenare

“al fresco”come direbbero gli anglosassoni mutuando una definizione Toscana. Inutile

dire che l’allestimento è semplice, ma giocoso, raffinato e di buon gusto.

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

La porta che conduce nella corte esterna

 

 

 

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo CalòLa Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

Vi abbiamo voluto far vedere il fuori, in una veste meno giornalistica, più poetica,

divertendoci ad evidenziare solo i dettagli, (cosa che Mr Calò cura moltissimo e a

cui tiene particolarmente ) ….. ma torniamo dentro.

I flûte che si riempiono con del Franciacorta stanno a significare: benvenuti al tavolo…

e le parole di Leonardo ci raccontano il Menù.

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

Abbiamo scelto i piatti che vedrete nelle foto, ma se leggendo il Menù vi doveste trovare

indecisi, affidatevi con fiducia,  chiedete consiglio e non ve ne pentirete, verve e competenza

vengono espressi con stile e grande passione.

…siamo angeli stregati da infinita allegria,

siamo angeli confusi da una grande maestria

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

Burrata affumicata, Acciughe dissalate di pesca a lampara, Pane croccante ai Cereali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

Le Cozze ripiene dell’Emiliana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

Mezze maniche di Pasta fresca di Semola al Sugo di Polpo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

Baccalà in agrodolce, aggiustato con Pinoli, Uvetta, Olive e Cipolle caramellate

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

La Zuppa di pescato del giorno, sfilettato e senza lische, nel brodo di pesci di scoglio rinforzato – aggiustata di seppie, calamari e cozze alla moda del Ciupin

 

 

 

 

 

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dalla Campania è venuta a trovarci la Signorina  “Falanghina Roccamonfina”

( Villa Matilde) un IGP dal gusto profondo ed elegante.

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

“Falanghina Roccamonfina”. IGP Villa Matilde

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DOLCI

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

La Schiaccia briaca croccante e la Crema al Mascarpone profumata all’Aleatico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

Il nostro CheeseCake con la salsa di fichi freschi

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

Mousse di Castagne, Marmellata di Arancia e Crumble al Cioccolato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo il caffè, io che non sono un bevitore, ne tantomeno intenditore di Whisky, chiedo

fortemente a Leonardo se ce ne fa assaggiare qualcuno. In realtà è una scusa, la verità

è che adoro starlo a sentire quando mi racconta da dove viene quel prodotto, come viene

fatto, le varie lavorazioni, ecc. ecc. Islay, è un isola Scozzese dove c’è più Whisky che acqua,

ci sono otto distillerie, ed è nota in tutto il mondo per i suoi Whisky torbati e affumicati.

Alcuni sostengono che siano i migliori al mondo, ma voi non lo fate per sapere qualcosa in

più sul Whisky, introducete soltanto l’argomento e fatelo parlare…  ne resterete affascinati.

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

…a volertelo spiegare non saprei, non avessi questo sogno morirei

 

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo CalòLa Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Parte degli Angeli ha carattere…  personalità, il concetto di accoglienza, è reinterpretato

in maniera “easy” ed elevato al suo massimo potenziale, la cucina è sempre definita

e cifrabile, il servizio è cortese, riservato e attento. Ci rilassiamo… e dopo cena, col bicchiere

in mano, vengono fuori in modalità “random” storie di amici, posti e locali, a cui Leo ha dato

tanto e tanto ha ricevuto, in tutti questi posti abbiamo bevuto, mangiato… gioito.La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

É realista, determinato, innamorato del suo lavoro, ma disincantato quanto basta.

Avere un’idea sensata, conforme alle potenzialità che si vogliono esprimere (nonché

economicamente redditizia) e perseguirla, non è infatti cosa semplice, né scontata. Noi

ci fidiamo e basta. Non mi chiamo  Jim Murray’s, e non ho nemmeno una

Restaurant Bible”, ma io, uno come Leo, lo vorrei con me in qualsiasi tipo di avventura.

La Parte degli Angeli, Lucca, Mangiare a manovella, Leonardo Calò

Leonardo Calò

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

…ti splende negli occhi la notte di tutta una vita

passata a guardare le stelle lontano dal mare..  

( forse non troppo lontano )


Siamo stati cosi bene, che non vogliamo e non possiamo proprio non condividere

questo stato d’animo con qualcuno… e non un qualcuno qualunque, visto il posto in

cui ci troviamo, faremo  evaporare una parte della nostra serata… agli Angeli ,

giusto un 2%.


I  VERSI IN ROSSO SONO DI PAOLO CONTE


 La parte degli Angeli

Via degli Angeli, 23  LUCCA

Per chiamare clicca sul numero sotto 👇

0583469204


 

 🚙  per arrivarci   clicca qui

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

Circolo SOMS Capriglia – Pietrasanta

Circolo SOMS Capriglia  – pietrasanta  🌿

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Circolo SOMS Capriglia – Pietrasanta

Dobbiamo questa segnalazione a Caterina e Gioele, goliardici d’indole, conoscitori-scopritori

di piccoli e grandi posti, in cui cibo e anima sono inscindibili.


Dove

Una volta arrivati a Pietrasanta, tre minuti di curve in mezzo al verde degli ulivi, vi

separano dalla frazione di Capriglia. È una Versilia diversa quella che si incontra mentre

si va alla ricerca di questo Circolo. Dimenticate gli stereotipi tipo mare, barche, spiagge

e stabilimenti balneari, qui sulle Colline di Pietrasanta si respira un clima più disteso,

più nostalgico, dove il territorio influisce in maggior misura sui suoi abitanti, per la

precisione… 250 anime. Proprio all’incrocio dei Sentieri del Parco delle Apuane, si trova

il SOMS, (Società Operaia Mutuo Soccorso) in un edificio del 1800, una volta adibito al

servizio della comunità come pronto soccorso.

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Circolo SOMS di Capriglia (LU)

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

È una giornata limpidissima con il sole, non esiste rumore, c’è una sola macchina nel

parcheggio oltre la nostra, il che mi fa credere addirittura di essermi sbagliato con la

prenotazione, perché fuori non c’è anima viva.

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Il Locale

Niente di più sbagliato… apro la porta e capisco subito perché fuori non c’è nessuno: sono

tutti dentro! Me felice…questo è quello che volevo vedere, tavoli ingombri di gente che

mangia, non guarda come sei vestito, oppure con chi sei venuto o se hai bambini piccoli…

il suo intento è solo quello di mangiare e stare in compagnia.

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Ci mettiamo da una parte perché il cibo passa veloce, piatti pieni che vanno e piatti

vuoti che tornano, schivo un tagliere di formaggi e affettati con cui invece avrei fatto

volentieri un frontale, e alla ragazza che si sofferma con un piatto fumante di Tordelli

al ragù, dico: “siamo in cinque… abbiamo prenotato ieri”, venite, siete di sopra!


Sulla destra del bar,  immancabile in un posto come questo, c’è una vetrina con dentro

dei Formaggi che più buoni al mondo non ne potrete mangiare: I Formaggi della Fattoria

Corzano e Paterno (guarda la Fattoria). Mentre salgo le scale che portano ad un soppalco

penso… anzi, prima di pensare vedo… prosciutti, culatelli e insaccati vari… e solo dopo

allora penso: questi sono posti “veri”, quelli dove si gioisce e i sensi si appagano,  posti

veraci, autentici, dove il rapporto umano fa ancora la differenza.

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Circolo Soms Capriglia, Corzano e Paterno, Mangiare a manovella

I Formaggi della Fattoria Corzano e Paterno

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta


Ci siamo accomodati al tavolo che sta proprio sotto il lucernario, tra l’altro oggi è il mio

compleanno e con noi ci sono anche i miei genitori, stiamo chiacchierando vivacemente

quando il rumore della lavagna appoggiata sul tavolo ci fa capire che è arrivata l’ora di

ordinare.

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Cosa si mangia

Sarebbe più corretto dire, quando… ci possiamo mangiare, perché le tavole del SOMS

sono sempre prenotate. La cucina Tosco-Ciociara di Daniele Iorio (ex Cibréo a Firenze)

è una tavolozza di colori  abbastanza inconsueti, si mangia il Piccione, il Picchiante, le

Beccacce… il tagliere degli affettati è affidato all’Antica Macelleria Lanè di Pietrasanta,

gli fanno compagnia il Crudo del Casentino, il Culatello ciociaro e le Salsicce, i Sott’oli

sono preparati in casa come le Melanzane i Carciofi e i Bottoncini  (quelli… dice Daniele,

li fa la mi socera ) Una superba squadra di Burrate fresche e affumicate, Mozzarelle di

bufala, Paté di Fegato, Insalata di Trippa, di Lesso con Giardiniera e Acciughe marinate.

La Borragine usata per il ripieno dei Tordelli, così come le Bietole, gli Spinaci, le Rape

e tutte le verdure cotte provengono tutte dall’Azienda Agricola TOSI  (V.Storta 45 Querceta  LU)

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Culatello ciociaro e i Salumi dell’Antica Macelleria Lanè di Pietrasanta

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Bottoncini fatti dalla suocera di Daniele e Salse varie

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Burrata e Burrata affumicata

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Tordelli fatti in casa

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Polenta Mareggiata (Farine del Molino Angeli)

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Cavolfiore affogato nella Besciamella

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Torta Ricotta e Cioccolata


Dopo il caffè  e svariate  sfide al biliardino, Gino mi chiede: Babbo… poi in estate ci torniamo

quassù? Certo che ci torniamo! Lui tornerà per il biliardino, e noi per vedere all’opera quella

bella griglia che si trova nello spazio esterno, immagino già fumo e profumo di carne alla

brace, vino e gente allegra,  fresco, tanto fresco,  e poi le luci calde sul tramonto del piccolo

borgo di Capriglia. Il SOMS è anche questo.

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta


Vogliamo ringraziare Daniele e Alice per averci fatto passeggiare nella sua filosofia… nel suo

sentiero, è stato un percorso di cibo, di gesti, e di persone semplici, che ci ha riportato indietro

nel tempo, così come piace a loro… così come piace a noi.


Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta

Prima di salutare, domandiamo sempre agli amici che ci hanno ospitato, dove vanno a

mangiare quando il loro locale resta chiuso per turno, questa domanda l’abbiamo fatta

anche a Daniele. Risposta…. ” dalla mi socera!! ” …provate a dargli torto!

Circolo SOMS Capriglia, Mangiare a manovella, Pietrasanta


Circolo SOMS

Via Capriglia, 98 – Pietrasanta (LU)

Per chiamare clicca sul numero sotto👇

0584771132


🚗 per arrivarci   CLICCA QUI


Caffè del Mercato – Peschino

Caffè del Mercato – Peschino

D’inverno, la Città di Lucca prende fiato, l’anima metropolitana e cosmopolita che

la rende unica nella bella stagione, con l’arrivo del freddo, cede il passo a quella più

intima e romantica, è il tempo in cui i Lucchesi si riappropriano dei loro locali e

delle loro abitudini.

Peschino, caffè del mercato, Lucca, Mangiare a manovella, Welcome2Lucca

La Chiesa Romanica di San Michele in foro

 

In Piazza San Michele, proprio sul fianco destro dell’omonima Chiesa Romanica,

come a volerlo proteggere, c’è il Caffè del Mercato… per tutti “il Peschino”. Punto

di ritrovo per giovani e meno giovani, in estate sono centinaia le persone che

frequentano questo locale, musica, chiacchiere, cocktail o un buon bicchiere di

vino, ludico o impegnato, incarna i valori di una socialità d’altri tempi. Aspetto

da Bistrot Parigino con una piacevole atmosfera démodé che, o piace tanto o

niente, i cugini Francesi lo chiamerebbero “Troquet Peschinò”.

Peschino, caffè del mercato, Lucca, Mangiare a manovella, Welcome2Lucca

Peschino, caffè del mercato, Lucca, Mangiare a manovella, Welcome2Lucca

Tredici anni di conduzione per i proprietari Andrea Cordoni e Marco Chiocca,

forti di una nuovissima cucina ricavata negli spazi interni, hanno deciso di arricchire

la proposta del locale offrendo un servizio di ristorazione più completo. Tanta

passione e niente spocchia, senza fare tanto cinema, l’intento è quello di far mangiare

bene, spendendo cifre oneste.

Peschino, Caffè del mercato, Lucca, Mangiare a manovella

Ci incontriamo, proprio per parlare di questa nuova veste del Caffè del Mercato,

con Andrea Dovichi, Giacomo Mazzoni (Welcome2Lucca e

Ti consiglio un posticino) e lo Staff di Riccardo Tognetti (@riccardofood).

Peschino, Caffè del mercato, Lucca, Mangiare a manovella

L’aperitivo è d’obbligo… Peschino per tutti.  Se non vi piace, cade l’argomento, ma

se vi piace non provate a chiedere gli ingredienti, perché nessuno vorrà o saprà

elencarveli con precisione.

Peschino, Caffè del Mercato, Lucca, Mangiare a manovella

Il “mitico” PESCHINO del Caffè del Mercato (Lucca)

Ci accompagna al tavolo Christian Soriani, Sommelier-Degustatore e prezioso

collaboratore del Peschino, che ci presenta con dovizia di particolari, i quattro vini

che accompagneranno la nostra cena. In elenco le foto dei piatti.

Peschino, Caffè del mercato, Lucca, Mangiare a manovella

Il Sommelier Christian Soriani e la saletta del Peschino

Peschino, Caffè del mercato, Lucca, Mangiare a manovella

Aceto balsamico di Modena “TONDO” e Olio “FABBRI”. Pane cotto a legna del Forno PAGANELLI (Sesto di Moriano)

Peschino, Caffè del Mercato, Lucca, Mangiare a manovella

Selezione di Crostini con Speck, Scamorza affumicata e Rucola ∙ Tipico Lucchese con Fegatello e Cappero tritato ∙ Salsiccia e Stracchino ∙ Fiori di Zucca farciti con Mozzarella e Acciughe.  Abbinamento con un Franciacorta Mirabella – Saten.

Peschino, Caffè del Mercato, Lucca, Mangiare a manovella

Ravioli fatti in casa farciti con Burrata e Menta (5%) guarniti con Zucchini trifolati e saltati. Abbinamento con Pecorino Vellodoro delle Cantine Umani Ronchi

Peschino, Caffè del Mercato, Lucca, Mangiare a manovella

Filetto di Maiale con Bietola rossa e Sformatino di Cardi bio tritati al coltello con Besciamella fresca e Noce moscata. In abbinamento un Primitivo di Manduria – Rocca delle Macie – Mandus

Peschino, Caffè del Mercato, Lucca, Mangiare a manovella

Tiramisù Classico con Pavesini in abbinamento ad un Vinsanto SantoSpirito delle Cantine Frescobaldi.


Mentre sorseggiamo un buon caffè, stanno scorrendo i titoli di coda,  è l’ora di

andare, ma c’è ancora posto per una considerazione finale. Crediamo sia impossibile

“arginare” Il Caffè del mercato con delle definizioni precise, il trasformismo è forse

la dote che lo rende così “sodo” (i Lucchesi capiranno). Tante soluzioni in un locale

dalle mille anime.


Noi stasera abbiamo mangiato bene, abbiamo incontrato disponibilità e gentilezza,

professionalità mai ostentata e voglia di far bene. La nuova Cucina del Caffè del

Mercato vi aspetta.

Peschino, Caffè del mercato, Lucca, Mangiare a manovella

🍑          🍑          🍑          🍑           🍑          🍑          🍑

Caffè del Mercato “Peschino”

Piazza San Michele, 17  LUCCA


Per chiamare clicca sul numero sotto 👇

0583494127


 

🚗 per arrivarci  CLICCA QUI

 


 

 

 

 

L’Enoteca Marcucci – Pietrasanta

✦  L’Enoteca Marcucci  ✦

 

 Una sorta di Sancta Sanctorum del bere, un luogo quasi onirico dove togliere il guinzaglio

alla voglia di bere e degustare. Gino Carmignani (Fuso) l’ha definita, la “reggia del Vino“.

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

A raccontare, ancora una volta (chissà quante volte lo ha fatto ), la storia dell’Enoteca

che porta il suo cognome, è Michele Marcucci. Lo avviciniamo dopo aver cenato nel

suo locale, in Via Garibaldi a Pietrasanta (LU). È una serata particolare, perché il giorno

dopo l’Enoteca chiuderà per ferie, si avverte un’atmosfera dal respiro più rilassato, e noi

ne approfittiamo per conoscerlo meglio.

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

 

 “nasce nel 1987 come trasferimento dell’attività dei nonni, che fin dagli anni ‘50,

vendevano vino in fiaschi e damigiane con consegne a domicilio. In seguito, io e mio

fratello siamo venuti qua con in tasca una licenza di somministrazione di alimenti

e bevande, la mamma faceva la maestra elementare e il babbo lavorava in banca,

solo dopo, si sono dedicati a tempo pieno all’enoteca, all’epoca servivamo solo salumi e

formaggi, poi è stato ristrutturato il vecchio camino e ricavate le stanze per la cucina.

 

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

 

Mentre stiamo parlando, sopra le nostre teste campeggiano sospese nel vuoto, le

istallazioni ideate per il 2019. Negli anni passati abbiamo ammirato vecchie

trottole, robot, mega-racchette da ping pong, tonni giganti ecc. ecc. Quest’anno

è di scena il “ciclismo”, bici d’epoca, intere, smontate  e riassemblate in maniera

artistica, sellini… veri e stilizzati, ruote, maglie da corsa vintage e per finire… un

enorme sellino realizzato dai Fratelli Cinquini di Viareggio (Carristi del Carnevale).

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

Chiediamo a Michele di spiegarci meglio come nasce il suo Champagne “BASETTA”, e lui

ci fa cenno di seguirlo. Arrivati in quella, che più che una cantina, sembra una piccola

cattedrale, il silenzio è palpabile, centinaia, anzi migliaia di bottiglie riposano e maturano sotto

l’occhio attento dei termometri che garantiscono temperatura – umidità in maniera costante.

 

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

 

Versa il suo Basetta e spiega l’origine del nome: tutto nasce per prendere in

giro un giovane amico che portava i basettoni, così furono fatte 600 bottiglie 

con la sua silhouette, da quel momento la produzione non si è più fermata,

anzi siamo arrivati a oltre 2000 bottiglie. Non siamo grandi esperti in campo

di “bollicine”, quello che beviamo stasera è uno Champagne fresco e fruttato,

che si presta al pasteggio ma invita anche a curiosare più a fondo, nel suo bouquet.

 

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

 

Parliamo di Montecatini, di cantine e aziende vinicole, di ristoranti e amici

ristoratori, di pesca e altre cose. Venti minuti trascorsi in compagnia di una

persona speciale, come un amabile Chef de Cave ha condiviso il suo tempo con noi,

nel posto che forse lo appassiona di più, lo abbiamo davvero apprezzato: grazie.

 ✦          ✦          ✦

Ai tavoli dell’Enoteca Marcucci si siedono, mangiano e degustano, personaggi della

cultura, dello sport, moda, arte e spettacolo, soprattutto percepiscono l’empatia che

Michele e il suo staff, nel corso degli anni, sono riusciti  ad avere con i propri clienti.

Una magia che ha stregato Paul Smith, Fernando Botero, Giorgio Armani, Gene Wilder,

Carlo Vanzina, Andrea Bocelli, e ancora una lista infinita di personaggi che hanno

varcato la soglia di questo “enjoiment place” situato all’interno di un antico palazzo

rinascimentale. Vi raccontiamo con le immagini la nostra cena. Prenotate sempre.

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

 

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

Uovo in camicia con Porri fritti

 

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

Pecorini delle colline Toscane con Miele di spiaggia, Noci e Marmellata di Arancia amara.

 

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

“Alle Boe” – Pinot nero selezionato dall’Enoteca Marcucci

 

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

Polpo di scoglio al Rosmarino

 

Seppioline di Viareggio con Fagioli “schiaccioni” di Pietrasanta alla Salvia

 

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

Gelato appena fatto con Latte di Capra e Tortino al Cioccolato con Crema Inglese

 

Michele può essere orgoglioso dell’aver creato, insieme ai propri familiari, un

locale divenuto punto di riferimento per chi apprezza l’arte dello stare insieme,

accompagnata dagli ingredienti più indispensabili e appaganti, come cibo e buon bere.


Registi di una cantina armata di tremila etichette al servizio di una cucina priva di orpelli,

volutamente semplice, perché in Toscana non c’è bisogno di altro, i prodotti sono un

“tesoro inestimabile”, contano sulla freschezza delle materie prime, il cibo fa soltanto da

spalla a bottiglie che partono da poche decine, fino ad arrivare a diverse migliaia di euro.


All’eccellenza si giunge grazie a qualità inavvertibili come gentilezza d’animo, umanità e amore

per il proprio lavoro. Ai molti… (fortunatamente per noi, tantissimi), che giudicano l’Enoteca

Marcucci, solo ed esclusivamente dal prezzo di quello che è passato nel loro piatto, rispondo

con una citazione dello scrittore, musicista, pittore e fotografo italiano, Andrea De Carlo:

“Non esiste una qualità che non abbia un costo,

più bella e rara è la qualità, più alto è il costo”

Enoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne BasettaEnoteca Marcucci, Pietrasanta, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Michele Marcucci, Champagne Basetta

L’Enoteca Marcucci

Via Garbaldi 40  Pietrasanta (LU)

Per chiamare clicca sul numero sotto 👇

0584791962


🚙 per arrivarci  CLICCA QUI

 


 

Osteria CANAIOLO – Capannori

Una piacevole conferma per il locale di Nicola Orsi, l’Osteria Canaiolo

 alza l’asticella, e lo fa, almeno per noi, meritatamente. A dieci minuti

di auto da Lucca e una ventina da Montecatini Terme, si trova in

Località Lunata (Capannori – LU) sulla Via Pesciatina al numero 197

_______________________________________________________

L’ingresso al ristorante è grandioso, un viale alberato con tanto di parco

secolare dove parcheggiare comodamente l’auto. Ed è proprio nel verde

di questo parco che in estate, l’Osteria Canaiolo apparecchia i suoi tavoli,

cenerete in un ambiente di un atmosfera unica, una vera oasi di pace.

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Beh, ragazzi… anche all’interno non si scherza, la cucina è a vista, e quello

che vediamo all’opera spalleggiato dal suo team, è Francesco Bracci.

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Francesco Bracci

Un locale sobrio e grintoso, un contesto che rende giustizia alla passione

che Nicola riversa, ormai da diversi anni, nel proprio lavoro. Un ambiente

dai colori caldi, ben arredato e ben frequentato, l’accoglienza che ci riserva

Nicola è familiare e accostabile soltanto ad un esperto “padrone di casa”.

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Prosecco di benvenuto e poi subito una piccola entrée, così

attraente e succulenta da attirare l’attenzione di tutto il tavolo.

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Gambero fresco con una piccola tagliata di Fungo porcino, il tutto condito con scorza di Limone candita.

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Il Menù rende omaggio alla terra e al mare e gli abbinamenti sono ricercati, ma

assolutamente comprensibili, per questo, l’inizio della cena è per noi sempre

elettrizzante, vogliamo scoprire se tutto soddisfa e convince assieme, pancia e testa.

           ______________ ✰ ______________

Tartare di Fassona, Gorgonzola e coulisse di Frutti rossi ✹Vitello tonnato,

Riso soffiato ed Erbette Tataki di Tonno panatura nero di Seppia e Salsa 

Remoulade  ✹ Sgombro marinato Salsa Veloute e Chips Cavolo nero

Uovo cotto a bassa temperatura, Panko Zucca e Tartufo di San Miniato

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Tartare di Fassona, Gorgonzola e coulisse di Frutti rossi

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Vitello tonnato, Riso soffiato ed Erbette

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Uovo cotto a bassa temperatura, Panko Zucca e Tartufo di San Miniato

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Sgombro marinato Salsa Veloute e Chips Cavolo nero

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Tataki di Tonno panatura nero di Seppia e Salsa Remoulade

Fra i tanti vini che la cantina propone, c’è un etichetta che m’incuriosisce più

delle altre, due sono i motivi: il Ciliegiolo contenuto nell’uvaggio, e il nome

Agapanto… fiore Africano presente nel Bolgherese. La bottiglia di stasera

è un rosso, DOC Bolgheri 2016 del Podere Conca, già produttore di un

ottimo olio IGP. La piccola azienda di Silvia Cirri è un concentrato di passione

e bellezza, in un casale finemente ristrutturato con grande romanticismo,

si produce “limitatamente” perseguendo la qualità, a discapito della quantità.

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

“AGAPANTO” 2016 – Rosso DOC del Podere CONCA – Bolgheri

Per gli irriducibili della pasta “anche la sera”, è possibile cimentarsi con un ✹Raviolo

nero, Ricotta di mucca, Paprika in  agrodolce, guazzetto di pesce e Limone candito. La

lista continua… ✹Risotto alla Livornese, Capperi e Cipolla caramellata ✹Tagliolino

“Mancini”, Burro, Limone e Bottarga di Tonno ✹Spaghetto alla chitarra “Mancini”, Cacio,

Pepe,“nduja e Guanciale soffiato ✹Pacchero ragù di Rosticciana, Friggitelli e Liquirizia.

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Ravioli neri ripieni di Ricotta di Mucca e Paprika in agrodolce. Guazzetto di Pesce e Limone candito.

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Spaghetto alla Chitarra “Mancini”, Cacio, Pepe, ‘nduja e Guanciale soffiato.

Mentre aspettiamo i secondi, ci accorgiamo che abbiamo letteralmente “divorato” tutto il pane

che era sulla tavola. Ebbene vi dirò che non è solo colpa della fame, ma di un pane veramente

gustoso e ben fatto, una produzione interna che valorizza ancora di più la cucina del Canaiolo.

________________________________________

Perché scegliere, quando possiamo assaggiare tutte le proposte presenti

in carta? Per la gioia dello Chef, ordiniamo tutte le voci dei secondi piatti.

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Baccalà Islanda, Ceci e Cavolo cappuccio

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Pescato del giorno

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Costine di Suino BBQ e Patate mascè

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Coniglio porchettato in Salsa alla cacciatora e Funghi

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Petto d’Anatra glassato con giardino d’Autunno.

__________________________________________

Anche stasera, come sempre, abbiamo mangiato più del dovuto, ma alla

domanda: un dolcino?  É sempre difficile rispondere di no. Quindi…

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Dopo dolci e caffè, (Cheesecake stratosferico) non fatevi troppe

illusioni perché non siete ancora liberi. Dovete superare l’angolo bar,

dove Nicola vi aspetta per proporvi e farvi assaggiare qualsiasi tipo di

amari, distillati o “liquorini” che completeranno al top la vostra serata.

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi_________________________________________________

Mi piace descrivere l’Osteria Canaiolo, come un locale dal carattere mite, nel

senso positivo del termine.  È un bel locale, e la sua è una bellezza sottile…

poco urlata. Se volete ottenere il 100% del suo potenziale, lasciatevi andare e

affidatevi all’esperienza dello staff, spero di poter dire che… non ve ne pentirete.

Osteria Canaiolo, Capannori, Lucca, Mangiare a manovella, Sandro Verdiani, Nicola Orsi

Osteria CANAIOLO

Via Pesciatina 197 – Capannori, LU

Per chiamare clicca sul numero sotto 👇

3292183229

_______________________________________________________________

🚗 per arrivarci  CLICCA QUI

 


 

 

Trattoria DaVero – San Giuseppe

Trattoria DaVero

“Quando siamo andati a parlare con il proprietario del fondo,

per capire se ci fosse stata o meno, la possibilità di aprire un

ristorante, ci ha detto: ragazzi…  vedo che vi brillano gli occhi!”  Continua a leggere..

Da Demè – Pietrasanta

Da Demè

Dobbiamo la segnalazione di questa trattoria d’altri tempi a Viola Montanelli

e Virginia Babbini, ormai le loro dritte sono una sicurezza per la nostra guida.


Siamo in Vallecchia, una minuscola frazione nel comune di Pietrasanta, provincia di

Lucca. Da Demè non è un locale nel senso tradizionale del termine, ma una vera e propria

istituzione, i suoi tordelli sono conosciuti anche su Marte. Ve lo diciamo subito, questa

Osteria-Bar-Pizzeria-Trattoria, piacerà tanto ai nonni, meno alle persone di mezza età, e

pochissimo ai giovani, quindi da difendere e proporre l’uso e consumo solo a veri cultori.


Da Demè, Mangiare a manovella, Tordelli, Pietrasanta, Lucca


All’entrata troviamo Luigi, il figlio di Demetrio che con un sorriso ci indica

il nostro tavolo, fortuna avevamo prenotato perché la sala si è poi riempita.

Capiamo subito che non ci sono smancerie, i modi sono sbrigativi e gentili

si, ma necessariamente asciutti,  in questi posti si viene per mangiare, non per

fare dei “discorsi”, prima c’è da servire le persone, dopo semmai si chiacchiera.

Siamo nella sala più grande, la veranda che in estate diventa “cabrio” per godere il

fresco della sera. In fondo, all’interno, c’è la parte più poetica, una stanza “nonna style”

dove ama soffermarsi la clientela più affezionata. L’ultima stanza è quella del bar.

Da Demè, Mangiare a manovella, Pietrasanta

La veranda

L’apparecchiatura è spartana, (non la chiamo Mise en Place, Luigi non gradirebbe)

 e non cercate il menù perché non c’è… sotto il coprimacchia di carta c’è però

l’immancabile tovaglia a quadri e, questo ci tranquillizza come la coperta di Linus.

Da Demè, Mangiare a manovella, Tordelli, Pietrasanta, Lucca

“ANTIPASTO NE VOLETE ?”  Vogliamo tutto!

 Lardo, Capocollo, Biroldo, Sanguinaccio o Mallegato, o come lo

volete chiamare, Prosciutto, Salame, Salamino, Salsiccia, Sottaceti,

Olive,  Cipollotti. Pizza per Gino che, devo dire, era veramente ottima.

Caraffa di vino della casa e l’arbitro fischia l’inizio della partita.

Da Demè, Mangiare a manovella, Pietrasanta, Tordelli

Da Demè, Mangiare a manovella, Pietrasanta, Tordelli

Che strano, pensate… sto mangiando le cose più semplici del mondo, nel locale

più semplice del mondo, e sto bene perché mi sento a casa, tavole così non

tradiscono, ti riportano alle origini, non imbrogliano e non intortano… nutrono.


Mentre Luigi toglie i piatti dell’antipasto, chiedo con tono ironico, se sono “avanzati”

dei tordelli. NON LO SO!  VADO A VEDERE… scatta la risata generale che sta a

significare: tordelli per due. Chiediamo più info, e ci racconta che non c’è una vera e

propria ricetta per i tordelli, semplicemente perché ogni dieci chilometri viene

usato un modo di prepararli diverso dall’altro. Quelli fatti in casa, dice Luigi, li

riconosci perché vengono chiusi con la forchetta oppure con qualcosa di simile.

Da Demè, Mangiare a manovella, Pietrasanta, Tordelli

Da Demè, Mangiare a manovella, Pietrasanta, Tordelli

Tordelli di Demè…   la felicità è questa cosa qui.


Da Demè è lo specchio di una Versilia genuina ed autentica, dal 1975 fino ad oggi, la

storia si ripete con una ritualità che merita grande rispetto. Ambiguo, come ogni luogo

divino, intriso di storia è frequentato da tutti, perché tutti, sono trattati allo stesso modo.

✷  ✷  ✷  ✷ ✷

Non crediate che si mangi solo Tordelli…   rinomate sono anche le

paste fatte in casa come le Lasagne (funghi o ragù), i Maccheroni e i

Cannelloni alle verdure. Non potete mai alzarvi dal tavolo senza aver assaggiato

la Rosticciana in umido con le olive… grandi sapori, da leccarsi i baffi.

Stratosferiche le Cozze ripiene e la Trippa. Per gli appassionati (come Tania)

c’è il Baccalà alla Livornese e solo su prenotazione, Pollo e Coniglio fritti.

Da Demè, Mangiare a manovella, Pietrasanta, Tordelli

Rosticciana in umido con le Olive


Per quanto riguarda la fame, potrebbe anche bastare, ma la ghiottoneria non è

sufficientemente appagata, quindi chiedo: “che Dolci avete?” Abbiamo il

Dessert Versilia…  SBAMM !!! Tutte le volte faccio la stessa

faccia di Anton Egò, quando assaggia quel boccone di “Ratatouille”.

Vi voglio bene! (giuro che gliel’ho detto davvero) Lo sapevo, lo sapevo… in

un posto così non poteva non esserci. “Luigi, quali gusti? Rum e Whisky!

Vada per il Rum.    Me… felice ❤️   Fantastica anche la Torta di mele.

Per  Tania Caffè, io invece, come se non bastasse, mi faccio intenerire da un

Ponce fumante appena arrivato sul tavolo accanto… e non resisto. (tanto ormai)

Da Demè, Mangiare a manovella, Dessert versilia

Dessert Versilia al RUM

 

Da Demè, Mangiare a manovella, Pietrasanta,

Torta di Mele e Ponce

Ci alziamo per pagare e, di fronte al bar, seduti come a casa a guardare la tele,

troviamo Demetrio e la moglie Giulia,  lei ha addosso ancora il grembiule,

dopo il lavoro in cucina, si sta rilassando. Mi sento in colpa, ma la tentazione di

parlare con loro è troppo forte, e con una banalissima scusa sul tempo, attacco

bottone. Mi rincuoro subito perché Giulia parla volentieri, ci racconta dei suoi

piatti e il volto le si illumina: “Facciamo circa 12 mila tordelli a settimana.

Demetrio aggiunge: “la gente viene per mangiare i tordelli, a me per esempio,

piacciono di più i maccheroni… e l’avete mai sentite le lasagne? “ Non andremmo

più via, ma Gino la mattina ha scuola e ci separa da casa un’oretta di strada.

  ❊   ❊   ❊

Vogliamo pubblicamente ringraziare Luigi, Demetrio e Giulia per l’accoglienza

e per le “parole  in più” che hanno reso la nostra serata, un po’ più speciale… Da Demè.

Da Demè, Mangiare a manovella, Pietrasanta, Osteria


Da Demè

Via Provinciale, 183  Pietrasanta (LU)


Per chiamare clicca sul numero sotto 👇

0584757011


🚗 per arrivarci  CLICCA QUI