Da Demè – Pietrasanta

Da Demè

Dobbiamo la segnalazione di questa trattoria d’altri tempi a Viola Montanelli

e Virginia Babbini, ormai le loro dritte sono una sicurezza per la nostra guida.


Siamo in Vallecchia, una minuscola frazione nel comune di Pietrasanta, provincia di

Lucca. Da Demè non è un locale nel senso tradizionale del termine, ma una vera e propria

istituzione, i suoi tordelli sono conosciuti anche su Marte. Ve lo diciamo subito, questa

Osteria-Bar-Pizzeria-Trattoria, piacerà tanto ai nonni, meno alle persone di mezza età, e

pochissimo ai giovani, quindi da difendere e proporre l’uso e consumo solo a veri cultori.


Da Demè, Mangiare a manovella, Tordelli, Pietrasanta, Lucca


All’entrata troviamo Luigi, il figlio di Demetrio che con un sorriso ci indica

il nostro tavolo, fortuna avevamo prenotato perché la sala si è poi riempita.

Capiamo subito che non ci sono smancerie, i modi sono sbrigativi e gentili

si, ma necessariamente asciutti,  in questi posti si viene per mangiare, non per

fare dei “discorsi”, prima c’è da servire le persone, dopo semmai si chiacchiera.

Siamo nella sala più grande, la veranda che in estate diventa “cabrio” per godere il

fresco della sera. In fondo, all’interno, c’è la parte più poetica, una stanza “nonna style”

dove ama soffermarsi la clientela più affezionata. L’ultima stanza è quella del bar.

Da Demè, Mangiare a manovella, Pietrasanta

La veranda

L’apparecchiatura è spartana, (non la chiamo Mise en Place, Luigi non gradirebbe)

 e non cercate il menù perché non c’è… sotto il coprimacchia di carta c’è però

l’immancabile tovaglia a quadri e, questo ci tranquillizza come la coperta di Linus.

Da Demè, Mangiare a manovella, Tordelli, Pietrasanta, Lucca

“ANTIPASTO NE VOLETE ?”  Vogliamo tutto!

 Lardo, Capocollo, Biroldo, Sanguinaccio o Mallegato, o come lo

volete chiamare, Prosciutto, Salame, Salamino, Salsiccia, Sottaceti,

Olive,  Cipollotti. Pizza per Gino che, devo dire, era veramente ottima.

Caraffa di vino della casa e l’arbitro fischia l’inizio della partita.

Da Demè, Mangiare a manovella, Pietrasanta, Tordelli

Da Demè, Mangiare a manovella, Pietrasanta, Tordelli

Che strano, pensate… sto mangiando le cose più semplici del mondo, nel locale

più semplice del mondo, e sto bene perché mi sento a casa, tavole così non

tradiscono, ti riportano alle origini, non imbrogliano e non intortano… nutrono.


Mentre Luigi toglie i piatti dell’antipasto, chiedo con tono ironico, se sono “avanzati”

dei tordelli. NON LO SO!  VADO A VEDERE… scatta la risata generale che sta a

significare: tordelli per due. Chiediamo più info, e ci racconta che non c’è una vera e

propria ricetta per i tordelli, semplicemente perché ogni dieci chilometri viene

usato un modo di prepararli diverso dall’altro. Quelli fatti in casa, dice Luigi, li

riconosci perché vengono chiusi con la forchetta oppure con qualcosa di simile.

Da Demè, Mangiare a manovella, Pietrasanta, Tordelli

Da Demè, Mangiare a manovella, Pietrasanta, Tordelli

Tordelli di Demè…   la felicità è questa cosa qui.


Da Demè è lo specchio di una Versilia genuina ed autentica, dal 1975 fino ad oggi, la

storia si ripete con una ritualità che merita grande rispetto. Ambiguo, come ogni luogo

divino, intriso di storia è frequentato da tutti, perché tutti, sono trattati allo stesso modo.

✷  ✷  ✷  ✷ ✷

Non crediate che si mangi solo Tordelli…   rinomate sono anche le

paste fatte in casa come le Lasagne (funghi o ragù), i Maccheroni e i

Cannelloni alle verdure. Non potete mai alzarvi dal tavolo senza aver assaggiato

la Rosticciana in umido con le olive… grandi sapori, da leccarsi i baffi.

Stratosferiche le Cozze ripiene e la Trippa. Per gli appassionati (come Tania)

c’è il Baccalà alla Livornese e solo su prenotazione, Pollo e Coniglio fritti.

Da Demè, Mangiare a manovella, Pietrasanta, Tordelli

Rosticciana in umido con le Olive


Per quanto riguarda la fame, potrebbe anche bastare, ma la ghiottoneria non è

sufficientemente appagata, quindi chiedo: “che Dolci avete?” Abbiamo il

Dessert Versilia…  SBAMM !!! Tutte le volte faccio la stessa

faccia di Anton Egò, quando assaggia quel boccone di “Ratatouille”.

Vi voglio bene! (giuro che gliel’ho detto davvero) Lo sapevo, lo sapevo… in

un posto così non poteva non esserci. “Luigi, quali gusti? Rum e Whisky!

Vada per il Rum.    Me… felice ❤️   Fantastica anche la Torta di mele.

Per  Tania Caffè, io invece, come se non bastasse, mi faccio intenerire da un

Ponce fumante appena arrivato sul tavolo accanto… e non resisto. (tanto ormai)

Da Demè, Mangiare a manovella, Dessert versilia

Dessert Versilia al RUM

 

Da Demè, Mangiare a manovella, Pietrasanta,

Torta di Mele e Ponce

Ci alziamo per pagare e, di fronte al bar, seduti come a casa a guardare la tele,

troviamo Demetrio e la moglie Giulia,  lei ha addosso ancora il grembiule,

dopo il lavoro in cucina, si sta rilassando. Mi sento in colpa, ma la tentazione di

parlare con loro è troppo forte, e con una banalissima scusa sul tempo, attacco

bottone. Mi rincuoro subito perché Giulia parla volentieri, ci racconta dei suoi

piatti e il volto le si illumina: “Facciamo circa 12 mila tordelli a settimana.

Demetrio aggiunge: “la gente viene per mangiare i tordelli, a me per esempio,

piacciono di più i maccheroni… e l’avete mai sentite le lasagne? “ Non andremmo

più via, ma Gino la mattina ha scuola e ci separa da casa un’oretta di strada.

  ❊   ❊   ❊

Vogliamo pubblicamente ringraziare Luigi, Demetrio e Giulia per l’accoglienza

e per le “parole  in più” che hanno reso la nostra serata, un po’ più speciale… Da Demè.

Da Demè, Mangiare a manovella, Pietrasanta, Osteria


Da Demè

Via Provinciale, 183  Pietrasanta (LU)


Per chiamare clicca sul numero sotto 👇

0584757011


🚗 per arrivarci  CLICCA QUI

 


 

PROCACCI – Firenze

Procacci

Abbiamo il giorno libero e il nostro “modus operandi” è sempre quello di soddisfare

le esigenze di tutti componenti della famiglia.  Abbiamo scelto Firenze per le

infinite tipologie e sfaccettature che offre, un gran mix tra svago e cultura. Dopo aver

 accompagnato Gino al MAF (Museo ArcheologicoNazionale) a vedere le “mummie”

nella sezione Egizia, ci siamo presi una pausa un pò più rilassante e godereccia.


Primo appuntamento per noi, ma sosta imperdibile per tanti

Fiorentini e turisti, decidiamo di fare sosta da Procacci.

 

Procacci, Firenze, Mangiare a manovella, Tartufo, Panino tartufato, Antinori, Wine Bar, Gastronomia di lusso, Toscana, Sandro Verdiani, Tania Boccia

 

Il locale è piccolino ma oggi abbiamo fortuna, uno dei tre tavoli

si è appena liberato e… possiamo andare in scena. È un posto unico e

seducente, che ha la fortuna di avvalorarsi di un’atmosfera d’altri tempi.


Leggiamo in alto: Tartufi, Alimentari di lusso… non saprei, potremmo anche definirlo

“Gastronomia di classe”, oppure un “ Winebar ” storico ed elegante. A pensarci bene

però tutto questo appare un pò riduttivo, perché Procacci è questo e anche molto di più.

 

Procacci, Firenze, Mangiare a manovella, Tartufo, Panino tartufato, Antinori, Wine Bar, Gastronomia di lusso, Toscana, Sandro Verdiani, Tania BocciaProcacci, Firenze, Mangiare a manovella, Tartufo, Panino tartufato, Antinori, Wine Bar, Gastronomia di lusso, Toscana, Sandro Verdiani, Tania Boccia

 

Questa antica bottega è un angolo prezioso per la città

di Firenze, è stata aperta nel 1885 da Leopoldo Procacci.


Situata nella centralissima Via de’  Tornabuoni, ( famosissima via

dello shopping dove si concentrano le boutique di Gucci, Cavalli,

Ferragamo, Bulgari, Hermes, Dior,  Prada, Fendi, Armani, Tiffany,

Burberry, Balenciaga e chi più ne ha più ne metta ) si è fatta conoscere

ed amare grazie alle sue specialità legate alla lavorazione del tartufo.

 

Procacci, Firenze, Mangiare a manovella, Tartufo, Panino tartufato, Antinori, Wine Bar, Gastronomia di lusso, Toscana, Sandro Verdiani, Tania Boccia

 

Quando mi trovo di fronte a quella mitica vetrina di neanche due metri,

sento tutto il peso e l’importanza che ricopre questa istituzione della

gastronomia Fiorentina, i suoi panini tartufati sono famosi in tutto il mondo,

per questo noi ne prendiamo due con la mortadella… ( si certo… come no ).


Scherzi a parte, visto che tutti dicono che sono piccoli, ( lo canta anche

Marasco in “Teresina” ...s’andiede da i’Procacci, pè prendere un panino,

la disse: Gl’è piccino! ) allora la scusa è buona per assaggiarne più di uno.

 

Procacci, Firenze, Mangiare a manovella, Tartufo, Panino tartufato, Antinori, Wine Bar, Gastronomia di lusso, Toscana, Sandro Verdiani, Tania BocciaProcacci, Firenze, Mangiare a manovella, Tartufo, Panino tartufato, Antinori, Wine Bar, Gastronomia di lusso, Toscana, Sandro Verdiani, Tania BocciaProcacci, Firenze, Mangiare a manovella, Tartufo, Panino tartufato, Antinori, Wine Bar, Gastronomia di lusso, Toscana, Sandro Verdiani, Tania Boccia

 

Tartufati con tartufo e foie gras, acciughe tartufate con burro della Normandia,

prosciutto crudo e crema di carciofi tartufati, salmone affumicato e crema

di asparagi, brie e cipolle caramellate, e molti altri che cambiano spesso.


Da bere saltiamo il famoso prosecco e dalla lista dei vini al calice

scegliamo un bianco e un rosso della Casa ”Antinori”, che oggi gestisce il locale.

 

Procacci, Firenze, Mangiare a manovella, Tartufo, Panino tartufato, Antinori, Wine Bar, Gastronomia di lusso, Toscana, Sandro Verdiani, Tania Boccia

 

I vecchi proprietari hanno venduto, ma non hanno voluto

cedere la ricetta dei famosissimi panini tartufati e del pollo in

galantina, non sappiamo quindi se in questo passaggio di consegne

si è perso qualcosa nel gusto, tuttavia l’eleganza e la tradizionalità

del posto, perdonano qualunque manchevolezza gastronomica.


Dobbiamo avvisarvi sulla pericolosità di questi panini mignon, perché è

fortemente probabile venire  contaminati dall’effetto ciliegia, “uno tira l’altro”.

 

Procacci, Firenze, Mangiare a manovella, Tartufo, Panino tartufato, Antinori, Wine Bar, Gastronomia di lusso, Toscana, Sandro Verdiani, Tania Boccia

 

Ho letto sui social alcuni commenti di persone che hanno trovato esagerati i prezzi

di Procacci. Beh… purtroppo devo dirvi che non sono molto d’accordo, due euro

per un panino tartufato ( se pur piccolo) non mi sembra davvero così assurdo.


Vi ricordo che stiamo parlando di un locale storico, elegante, raffinato,

nella via più lussuosa della città… un pezzo della vecchia Firenze.

Pochi euro… per entrare nella storia.

 

Procacci, Firenze, Mangiare a manovella, Tartufo, Panino tartufato, Antinori, Wine Bar, Gastronomia di lusso, Toscana, Sandro Verdiani, Tania Boccia

Procacci, Firenze, Mangiare a manovella, Tartufo, Panino tartufato, Antinori, Wine Bar, Gastronomia di lusso, Toscana, Sandro Verdiani, Tania Boccia


PROCACCI 

Firenze – Via de’ Tornabuoni, 64/R


Per chiamare clicca sul numero sotto 👇

055211656


🚗  per arrivarci  CLICCA QUI

 


La Peppina – Pizzeria

Questa storica pizzeria nata come “Botteghina e Tabacchi”, si trova in

località Santomoro, distante circa sette chilometri dalla Città di Pistoia.

Se possedete una Limousine e una Smart, optate per la seconda, perché il

parcheggio privato c’è, ed è proprio li davanti, ma nel fine settimana trovare

posto è improbabile come il F.C. Santomoro che vince la Champions League.

La Peppina, Pizzeria, Mangiare a manovella, Santomoro, Pistoia, PizzaLa Peppina, Pizzeria, Mangiare a manovella, Santomoro, Pistoia, Pizza

Becchiamo una serata pressoché perfetta, dopo il pienone

del sabato,  e prima dei 170 prenotati di fine anno. Il menù, a

meno che non avete richieste personali, è praticamente fisso.

La Peppina, Pizzeria, Mangiare a manovella, Santomoro, Pistoia, Pizza

Affettati, sottoli, coccole fritte, formaggi, schiacciate, focaccine 

e vassoi di pizze a trancio, e vassoi…  vassoi…  vassoi… e vassoi di tutti i gusti,

margherita, rucola, salsiccia, prosciutto cotto, cipolla, zucchine… e poi come

viene… come ve la portano… voi pensate a muovere le ganasce… perché loro ne portano…

ne portano, e ne portano ancora… finché stremati, non sarete voi a dire “BASTA”!!!!!

La Peppina, Pizzeria, Mangiare a manovella, Santomoro, Pistoia, PizzaLa Peppina, Pizzeria, Mangiare a manovella, Santomoro, Pistoia, PizzaLa Peppina, Pizzeria, Mangiare a manovella, Santomoro, Pistoia, PizzaLa Peppina, Pizzeria, Mangiare a manovella, Santomoro, Pistoia, Pizza


Spegnete Masterchef, dimenticate impasti eterei, lievitazioni

perfette e cotture precisissime… sarebbe imprudente pensare a bramosie

gastronomiche, qui dal 1928, si pensa a curare soprattutto, l’appetito.

La Peppina, Pizzeria, Mangiare a manovella, Santomoro, Pistoia, PizzaLa Peppina, Pizzeria, Mangiare a manovella, Santomoro, Pistoia, PizzaLa Peppina, Pizzeria, Mangiare a manovella, Santomoro, Pistoia, Pizza


Siccome eravamo soltanto strapieni… hanno pensato bene di

farci assaggiare degli  Spaghetti al Vino rosso (una padellata)

La Peppina, Pizzeria, Mangiare a manovella, Santomoro, Pistoia, Pizza

La Peppina, Pizzeria, Mangiare a manovella, Santomoro, Pistoia, Pizza


“La goliardia, è lo spirito che anima gli avventori della Peppina,

in cui all’appetito si accompagna la ricerca dell’ironia e il piacere dello

stare insieme. I prezzi sono popolari e “l’autenticità del posto”… è gratis.

La Peppina, Pizzeria, Mangiare a manovella, Santomoro, Pistoia, Pizza

L’ambiente è rustico e informale, fatevi gioiosi e sedete a tavola

con piglio giocoso e disimpegnato, la Peppina è come l’abbraccio

della nonna, amorevole e festoso. Il servizio è amichevole, dal fare

rapido e senza fronzoli, “affidatevi” …solo così scoprirete un buon

posto per passare una serata tranquilla in compagnia. La clientela della

Peppina è affezionata e variopinta, inutile consultare TripAdvisor, troverete

chi la decanta come “migliore dell’universo” e chi “non ci metterò più

piede”, la verità è una sola… dovete provare di persona, come sempre.

La Peppina, Pizzeria, Mangiare a manovella, Santomoro, Pistoia, Pizza

La Peppina, Pizzeria, Mangiare a manovella, Santomoro, Pistoia, Pizza


 

Ringraziamo di cuore tutta la combriccola della Peppina… Graziano

e Brunero per l’ospitalità, per gli spaghetti e per aver conservato per

quattro generazioni, un pezzo così “vero” di storia della nostra  provincia.

“in Italia è attuale solo il passato”  ( A. Palazzeschi)

La Peppina, Pizzeria, Mangiare a manovella, Santomoro, Pistoia, Pizza

Pizzeria LA PEPPINA

Via Casetta di Santomoro 176 , PT


CHIUSO MARTEDI

Per chiamare CLICCA sul numero

057343218


🚗 per arrivarci  CLICCA QUI

 


KRUMIRI ” Rossi”

*KRUMIRI*

(ROSSI – Unica fabbrica di Krumiri)

E . PORTINARO – SUCCESSORE

Il Sottoscritto Sindaco della Città di Casalmonferrato, attesta e certifica che il

Sig. ROSSI DOMENICO fu PIETRO è il solo e unico inventore dei confetti così

detti KRUMIRI, riconosciuti specialità di questa città.  ( Casale, 4 Dicembre 1890 )


La nascita di questo dolce è sempre stata avvolta nella leggenda e la sua storia è

sempre stata tenuta nascosta, forse, per dar maggior risalto al tradizionale dolce.

Naquero in quei piacevoli ritrovi al Caffè della Concordia chiamato “Bottegone”

era il vero Caffè di Casale; sorgeva in Piazza Mazzini. Qui avvenivano quelle intime

riunioni degli amici di sempre, fra i quali anche il Rossi. Pare che una sera, nei primi

anni del 1870, con alcuni amici un pò allegri tornasse a casa a tarda notte e sembra

che qualcuno decidesse di fare una festa per concludere la serata. Rossi propose il

suo laboratorio in Via Paleologi, dicendosi disposto a far qualche dolce per l’occasione

e come regalo agli amici; miscuglia e combina, forse i Krumiri naquero allora. La data

ufficiale della nascita della specialità venne fissata nell’anno 1878 come si può vedere dalle

prime inserzioni pubblicate sui giornali locali del tempo. In quell’anno morì V. Emanuele II.

Forse a quel Re che portava i “baffi a manubrio” i Krumiri furono curvati a quel modo.

Pasticceria PORTINARO

Via Lanza, 19 Casale Monf.  (AL)

Per chiamare CLICCA sul numero

0142453030

TOAST del “GIOVANNINI”

* TOAST  del  Giovannini *

Toast del Giovannini, Montecatini terme, Mangiare a manovella, assolutamente, sandro verdiani

Toast del Giovannini, Montecatini terme, Mangiare a manovella, assolutamente, sandro verdiani

Un “cult”  che ha resistito alle mode e all’ avvento di mille

“mangerìe”. Simbolo di un epoca, di una generazione, pietra miliare

nei ricordi di Montecatinesi giovani e meno giovani. Entrare dal

“Giovannini” e dire: per favore potrei avere un toast? Ti fa sentire

parte di qualcosa di speciale…  complice di una tradizione tutta nostra.


Pasticceria Giovannini

Montecatini Terme (PT)

C.so Giacomo Matteotti, 4

Clicca sul numero per chiamare 👇

057278948

SEDANINI di PIOPPINO

* SEDANINI  DI  PIOPPINO *

Pasticceria CARLI. Sono secoli che i servizi segreti degli altri paesi, cercano

di scoprire gli ingredienti della crema che farcisce questa “pasta”.

La ricetta resterà  “assolutamente” segreta e  vanto, del paese di

Lamporecchio (PT)

Piazza Francesco Berni, 20

⇓ CLICCA sul numero per chiamare

057382177


BISCOTTI DI PRATO – Antonio Mattei

BISCOTTI   DI   PRATO

  Antonio Mattei

In Italia, nel ‘900, quando l’economia era bella florida, per le festività Natalizie,

davanti al  Biscottificio Antonio Mattei, nel cuore della Prato antica, c’erano

addirittura le forze dell’ordine. Intervenivano in caso di rissa, che capitava spesso,

per il mancato rispetto del turno. Farina, zucchero, uova fresche, mandorle

e pinoli,  sono gli ingredienti di questo biscotto. Vero simbolo della cucina popolare.

Sin dal 1858, ha trovato popolarità anche all’estero perché veniva utilizzato come

strenna Natalizia e diffuso attraverso le varie strade dei mercanti di stoffa. Citato

nell’Artusi, primo libro vero di Cucina Italiana, vanta inoltre anche un omaggio

 filatelico dal Ministero dello Sviluppo Economico. Oggi siamo alla terza generazione

di produttori  artigianali di biscotti, che sono  ancora confezionati negli storici

ed inconfondibili sacchetti blu legati con lo spago.      Cit. Viaggi del Gusto


Biscottificio  ANTONIO MATTEI

Via Ricasoli, 20 PRATO

Per chiamare clicca sul numero sotto 👇

057425756


 

cos’è assolutamente

Cose da mangiare e da bere, ma anche luoghi

o situazioni che per noi rappresentano un

riferimento. Siamo liberi da “sponsor” quindi

scegliamo ciò che piace a noi, felici nel farlo… 

ma senza nessuna pretesa di infallibilità.


Osteria TAMBELLINI dal 1870 – Lucca

“C’era una volta, nel lontano 1870”, una famiglia Lucchese...”

sembra l’inizio di una favola?  Forse lo è.   

Stiamo parlando dell’antica stazione di posta e rimessa

Continua a leggere..