La Parte degli Angeli – LUCCA

Conoscete la leggenda del Pifferaio magico ?

Incantava tutti con il suo suono magico e riusciva a farsi seguire dove voleva lui.

Sicuramente un po’ di quella musica ha stregato anche noi.

Nel nostro caso però il  pifferaio magico ha un nome: si chiama Leonardo Calò. 

 Provate a digitare il suo nome sulla ricerca di Google.

I primi risultati evidenziano un medico chirurgo specializzato in cardiologia.

Non è una combinazione, tutti e due infatti hanno a che fare con il 

Uno lo ha studiato e lo cura in medicina in maniera egregia, l’altro lo

utilizza da anni come ingrediente principale in ogni nuova avventura in cui si

immerge. Siamo andati per l’ennesima volta ad incontrarlo, per capire se il suo

charme e il suo carisma, avessero ancora su di noi quel grande ascendente di

sempre,  oppure no. Ancora una volta Lucca. Camminiamo tra i dedali del

centro storico con l’indirizzo in mente. Troviamo il posto.  (non è difficile,

pochi minuti dalle vecchie mura) L’ingresso, come tutti i

locali di Leo, non è “urlante”, ma riservato e poetico.

...mentre la sera discende una luce risplende in un ambiente maron

Entriamo e subito un canto di sirene ci cattura. Si chiama Jazz.

Ecco dov’è che si nasconde l’anima.

Attraversiamo i tavoli, e l’atmosfera è talmente calda e rilassata

che ci fa sentire bisonti che giocano in una cristalleria.

Pochi metri e finiamo nell’abbraccio e nella stretta di mano del Comandante.

Come stai Leo?

   In formissima !!   ( sorrido e penso:  siamo al sicuro )

..." Sorpresa! El comandante està a quì! Rapido,

sirvale un vermuth, el Comandante està a quì ! "

La sala della Parte degli Angeli ha un aria amichevole, elegante

ma non troppo, un posto molto piacevole dove cenare.

In fondo alla sala, dominante, proprio al centro, come fosse  un palco per concerti

di gusto, un tavolo in legno ospita prosciutti, formaggi,  verdure, vari tipi di pane,

dolci, insomma...   l'interpretazione contemporanea dell'antico " Ben di Dio"

La sala più piccola, è uno scrigno che ospita un tavolo solo, la puoi fruire

utilizzando vari stati d’animo. La riservatezza, per una serata all’insegna

dell’intimità, oppure in amicizia e sfoggiare il cameratismo più fanciullesco.

...è questo, dunque, il bel compendio di un'esistenza di languor

In Estate, c’è anche una corte interna per cenare “al fresco”, come

direbbero gli anglosassoni mutuando una definizione Toscana.

Inutile dire che l’allestimento è semplice, ma giocoso, raffinato e di buon gusto.

Torniamo dentro

I flute che si riempiono con del Franciacorta stanno a significare:

benvenuti al tavolo...   e le parole di Leonardo ci raccontano il Menù.

Abbiamo scelto i piatti che vedrete in foto, ma se cenando qui, vi doveste

trovare indecisi, affidatevi con fiducia,  chiedete consiglio e non ve ne pentirete,

verve e competenza vengono espressi con stile e grande passione.

...siamo angeli stregati da infinita allegria, siamo angeli confusi da una grande maestria

ANTIPASTI

Burrata affumicata, acciughe dissalate di pesca a lampara, pane croccante ai cereali.

Le cozze ripiene dell’Emiliana

PASTE E ZUPPE DEL GIORNO

Mezze maniche di pasta fresca di semola al sugo di polpo

SECONDI

Baccalà in agrodolce – aggiustato con pinoli, uvetta, olive e cipolle caramellate

La zuppa di pescato del giorno, sfilettato e senza lische, nel brodo di pesci di

scoglio rinforzato – aggiustata di seppie, calamari e cozze alla moda del Ciupin

Dalla Campania è venuta a trovarci la Sig.na  Falanghina Roccamonfina

( Villa Matilde) un IGP dal gusto profondo ed elegante.

DOLCI

La schiaccia briaca croccante e la crema al mascarpone profumata all’aleatico

Il nostro CheeseCake con la salsa di fichi freschi

Mousse di castagne, marmellata di arancia e crumble al cioccolato

Dopo il caffè, io che non sono un bevitore di Whisky,

chiedo fortemente,  se ce ne fa assaggiare qualcuno.

In realtà è una scusa. La verità è che adoro starlo a sentire quando  mi racconta

da dove viene quel prodotto, come viene fatto, le varie lavorazioni, ecc. ecc.

Islay, è un isola Scozzese dove c’è più Whisky che acqua.

Ci sono otto distillerie, ed è nota in tutto il mondo per i suoi

Whisky torbati e affumicati. Alcuni sostengono che siano i

migliori al mondo. Fatelo parlare di questo, e ne resterete affascinati...

...a volertelo spiegare non saprei, non avessi questo sogno morirei

La parte degli angeli ha carattere e personalità. Il concetto di accoglienza,

è reinterpretato con maniere “easy” ed elevato al suo massimo potenziale.

La cucina è sempre definita e cifrabile. Il servizio è cortese, riservato e attento.

Ci rilassiamo, e dopo cena, col bicchiere in mano, vengono fuori in modalità “random” storie di amici,

posti e locali, a cui ha dato tanto e tanto ha ricevuto. In tutti questi abbiamo bevuto, mangiato, goduto.

Leo è realista e determinato,  innamorato del suo lavoro, ma disincantato quanto basta.

Avere un’idea sensata, conforme alle potenzialità che si vogliono esprimere

(nonchè economicamente redditizia) e perseguirla, non è infatti cosa semplice, né scontata.

Noi ci fidiamo e basta.

 Non mi chiamo  Jim Murray’s, e non ho nemmeno una “Restaurant Bible”, ma io,

uno come Leo,  lo vorrei con me in qualsiasi tipo di avventura eno-gastronomica.

...tutte così le storie dell'amore, passa di qui come un incantatore,

 brucia  un sogno,  e vuoto è il suo splendore

...ti splende negli occhi la notte di tutta una vita

passata a guardare le stelle lontano dal mare..  

( forse non troppo lontano )

siamo stati cosi bene, che vogliamo far evaporare una

parte della nostra serata... per gli Angeli ( un 2% )

Versi in rosso di Paolo Conte


 La parte degli Angeli

Via degli Angeli, 23  LUCCA

Risultati immagini per icona telefono

0583469204

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *