PUNTO – Officina del Gusto – Lucca

La serata è di quelle giuste per una cena. Fine Agosto ci regala la

temperatura perfetta.  Destinazione: la vicina e bella città di Lucca.

Forchette puntate sul   • PUNTO • Officina del Gusto


 

Il locale è ricavato in una ex casa d'appuntamenti, proprio

sopra l'entrata c'è un'edicola sacra con l'immagine della

Santissima ( ai più attenti non sfuggirà la borsetta in mano.)

 In estate, la sala interna perde naturalmente d'importanza, si mangia fuori.

La zona Bar all'entrata diventa meta e  ritrovoper amici e clienti.

Una corte incantevole...  luci e colori naturali, una piccola piazzetta

dall'anima onirica dove rifugiarsi e gustare cose buone. Lucca, offre molti

angoli con  questa suggestione, la piazzetta del Punto è uno di questi.

Il menù ha le gambe corte, (4 sono le scelte per ogni voce)

perché in continuo rinnovamento, la reperibilità e la

stagionalità dei prodotti, per fortuna, dettano legge.


Non c’è mangiare senza “bere”.

Jacopo di Bugno è amico del vino, lo ha studiato, lo maneggia,

lo beve, lo fa, lo seleziona per il • Punto •  «rapporto qualità-prezzo» e

Italianità, elementi imprescindibili per una Carta dei Vini vera e potente.

Selezione creata sentendo il bisogno di rallentare l'industrializzazione

che toglie al mondo del vino la poesia e la grande ricchezza della diversità.

 ( il vino è passione, allegria, convivio, esaltazione dei rapporti umani )

Non c'è un  "eccesso di  tannino" oppure un "poco armonico"...

la nota più rara e preziosa  è proprio la naturalezza... la  tipicità.

Soltanto degli Agricoltori Artigiani Artisti, potevano sposare la

scelta di fare vino completamente Terroir.  Vince su tutte la curiosità

per la grafica dell'etichetta "Levato di Gronda" è un bianco secco

dell' Agricola CALAFATA. Un Morianese di circa 2.600 bottiglie.

Ci sono però validissime alternative anche "al Bicchiere"

Mentre facciamo un brindisi "a chi ci vuole male", (ormai è diventata

un abitudine) arriva in tavola una piccola entrée, fresca e gustosa.

Il Pane merita una menzione speciale, è talmente

buono e fragrante che fa venire voglia

di cambiare il famoso detto: "Buono come il Pane"

in " Buono come il pane del Punto"

 

Dagli Antipasti:  La Carne in Bigoncia, il Fagiolo e il Pepe

 

Il Rosti di Patate e il Polpo Mantecato  

 

Dai Primi:  Il Raviolo Tostato e la Crema di Friggitelli arrosto

 

Dai Secondi:  Il Pescato del Giorno con il Contorno del Giorno

 

La Quaglia, il Peperone affumicato e il Chutney di Prugne

 

Insieme ad un Recioto di Soave, la scelta dei  Dolci: 

  Il Biscotto, La Bavarese al Cioccolato e l'Arachide Caramellata

 

La Tartelletta, La Pera, La Crema di Ricotta, La Fava e la Noce Moscata

 

Il Cream Caramel e il Ginepro


 

Tutt'intorno Tommaso Martelli, presenza rassicurante, oste moderno,

cordiale e attento, con poche parole mi trasporta nel loro mondo,

arguto e frizzante, lo vorrei con me in tutti i progetti a venire.


Ho letto con curiosità e passione gli articoli che parlano di Damiano Donati.

Avevo già sperimentato la sua cucina al “Serendepico” ma questa volta quello

che mi ha incuriosito di più, sono stati termini come:

rispetto dell’ingrediente, scarto zero, aspetti nutrizionali, sinergia

tra acidità e sapidità, cotture, marinature, consistenze, tostature, mantecature,

scomposizioni e concentrati, "ritorno alle origini del cibo", meno estetica e più “etica”.

Damiano ha osservato e catturato le stelle (quelle Michelin), i riconoscimenti sono

arrivati, giornali, articoli, interviste e bla bla bla...  eppure... quasi sarcasticamente

sembra però, (anzi, ne siamo sicuri)  provare un gusto quasi liberatorio nel

cucinare senza orpelli  e fuggire dagli impiattamenti più smodati, privilegiando prodotti

della sua terra. La sua cucina è giovane, contemporanea, essenziale... intera.

Tre persone, si sono ritrovate e hanno deciso di comune accordo,

di cancellare l’hard disk delle loro esperienze passate, presentandosi

a Lucca con un locale cucito addosso alle loro personalità, con una filosofia

che li vuole spogliati da pressioni e aspettative, e li fa lavorare

e cucinare in una maniera libera, giocosa, infinitamente...  sua.


Il Punto è “ Indefininibile ” per definizione.  Non è un  gioco di parole, niente di

più vero è stato mai detto.  Bistrot - Gourmet dal sapore Metropolitano,

oasi ricreativa e infine ( come dicono loro ) dove si può perfino Mangiare.


Brutalità Elegante  !!!

...come vorrei averlo inventato io!


•PUNTO• Officina del Gusto

Via dell'Anfiteatro, 37   LUCCA

Risultati immagini per telefono vintage

Per chiamare CLICCA sul numero

0583058490

Orari dal 01/10 al 31/05
Dal lunedì al venerdì: 19.30 – 01.00
Sabato e domenica: 12.30 – 15.30 / 19.30 – 01.00


CHIUSO: mercoledì.

Orari dal 01/06 al 30/09
Dal lunedì alla domenica: 19.30 – 01.00


Aggiungi ai preferiti : Permalink.

2 commenti

  1. ci piace parecchio! ottima cantina!buonissimi piatti e luogo molto accogliente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *